Nihil dosaggio zero

Ultimo arrivato in gamma, si caratterizza per una cuveè composta dall’85% di Chardonnay e 15% di pinot nero, sapientemente assemblati. Possiamo definirlo un Franciacorta trasparente, allo stato puro. L’assenza di alcun dosaggio fa così emergere tutte le peculiarità del terroir franciacortino.

Uvaggio: Chardonnay 85% pinot nero 15%
Superficie vitata aziendale: 8 ettari.
Tipologia dei terreni: terreni morenici con presenza di scheletro.
Sistema di allevamento: guyot.
Densità impianto: 4500 ceppi per ettaro
Resa per ettaro: 80 quintali
Periodo di raccolta: metà agosto
Vinificazione: raccolta manuale con selezione dei grappoli, pigiatura soffice in pressa pneumatica, fermentazione in acciaio a temperatura controllata..
Affinamento: 7 mesi, in acciaio
Presa di spuma: nella primavera successiva alla vendemmia.
Affinamento sui lieviti: almeno 24 mesi.
Affinamento post sboccatura: 4 mesi.
N° bottiglie prodotte: 7.000
Caratteristiche organolettiche: giallo paglierino con riflessi dorati, perlage sottile e continuo, bouquet finissimo con delicate note agrumate; al palato è fresco e asciutto, ma allo stesso tempo morbido e pieno.
Abbinamenti: ottimo come aperitivo, crudità di pesce, per i palati mordaci anche a tutto pasto.
Magnum Brut DOCG: bottiglie da 0.75 lt in confezioni di legno.

Come lo abbiniamo

Tagliere di salumi

L’ameno paesaggio della Franciacorta e un ottimo bicchiere di vino accompagnato da un tagliere di salumi nostrani sono la soluzione perfetta per un aperitivo o per una breve pausa dalla caotica quotidianità.

Si consiglia la scelta del Franciacorta Nihil Dosaggio Zero, un vino naturale, senza aggiunte e puro, una finestra aperta che permette di affacciarsi senza mediazioni sul territorio franciacortino.

Un vino un volto

Filippo Ambrosini

Il Dosaggio Zero Nihil è l’ultimo arrivato in gamma. Grazie all’assenza di aggiunte (nihil dal latino “nulla”) in fase di dégorgement, punta a una qualità senza compromessi, secondo il desiderio dell’azienda di produrre un vino dalla totale naturalezza, in armonia con la tradizione franciacortina.

Filippo, proprio come il Dosaggio Zero Nihil, è il più giovane di casa Ambrosini. Solare, estroverso, dinamico e leale, a lui è affidato il compito di guardare al futuro, di far conoscere la realtà familiare, di portarla all’esterno “senza aggiunte”, non tradendone i valori.