Quando i contadini puntano sul vino

Agricoltori da sempre, la nuova generazione degli Ambrosini ha deciso di trascurare altre coltivazioni per specializzarsi nella produzione di Franciacorta Docg. 70mila bottiglie l’anno in 5 versioni. In ottobre i vini Franciacorta saranno protagonisti di una crociera nel Mediterraneo
Si chiama Tenuta Ambrosini, a Cazzago San Martino (Bs), nel centro della Franciacorta. Ricordo di esservi stato nel 2001 per l’inaugurazione del nuovo fabbricato con la cantina e due sale per la ristorazione in agriturismo. I fratelli Sergio e Francesco, con la sorella Mariuccia, vengono dalla campagna, figli di contadini. Nel 2001 il cambiamento: non più allevamento di bestiame o produzione di cereali, ma la decisione di fare solo vino e solo Franciacorta Docg. Un po’ di vigna c’era sempre stata ma il vino lo si faceva per pochi intimi. Poi la decisione di puntare tutto sui vigneti e di puntare fisso sulle bollicine, sul Franciacorta Docg e basta…

Oggi, dopo undici anni, vi sono tornato per constatare, piacevolmente, come impegno e volontà abbiano fatto della Tenuta Ambrosini una delle nuove realtà più interessanti in Franciacorta. Sono i loro vini a parlare. «Prima vendevamo le uve a Cà del Bosco – ricorda Sergio Ambrosini – ma da tre anni vinifichiamo noi tutte le nostre uve: sei ettari vitati intorno alla sede di Cazzago San Martino e altri due ettari in affitto nella zona di Monterotondo. Sono vitigni di Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero. Ne otteniamo in totale circa 70 mila bottiglie di Franciacorta Docg, suddivise in cinque tipologie: Brut, Extra Brut, Satèn, Millesimato e Rosé. Particolare soddisfazione ci sta dando il Satèn, preparato con uve Chardonnay al cento per cento, premiato in diversi concorsi internazionali».

All’assaggio, i Franciacorta Ambrosini rivelano profumi accentuati, così come chiara è la mineralità che esprimono, vista la natura dei terreni e la loro perfetta esposizione al sole. Anche il Rosé denota una cura attenta, a cominciare dal colore, un rosa aranciato, ramato, così come deve essere.

In cantina troviamo apparecchiature d’avanguardia, usate al meglio dal giovane cantiniere Lorenzo, 23 anni, figlio di Sergio, diplomato in agraria e studente in enologia. In attesa che l’esperienza di Lorenzo cresca, la supervisione è affidata all’enologo Roberto Pepe. Delle pubbliche relazioni e della commercializzazione si occupa Mariuccia Ambrosini. Eleganti le confezioni delle bottiglie, così come il materiale promozionale.

La struttura della sede aziendale comprende anche l’agriturismo, aperto su prenotazione. Soprattutto nei fine settimana qui arrivano a frotte i buongustai per assaggiare la specialità del locale, che è lo spiedo bresciano. Ottimi anche i salumi e i formaggi della Valle Camonica, abbinati alle composte di frutta preparate dalla cuoca Giovanna, moglie di Sergio. I vini, ovvio, sono tutti targati TA, Tenuta Ambrosini.

I Franciacorta Docg Ambrosini saranno tra i protagonisti di una “Crociera del gusto” nel Mediterraneo: Genova, Napoli, Palermo, Barcellona e Marsiglia sono le tappe che vedranno impegnate alcune aziende agricole franciacortine, dal 21 al 28 ottobre, in occasione di una crociera organizzata per far conoscere il prodotto Franciacorta. In collaborazione con MSC Crociere, enti pubblici e privati italiani e stranieri, un istituto bancario locale e associazioni di degustatori, l’obiettivo della crociera è di portare il Franciacorta nel Mediterraneo per mezzo di assaggi guidati rivolti sia ai passeggeri della nave sia a operatori (giornalisti e ristoratori) che verranno convocati nelle varie città in cui la nave farà sosta.

L’idea della crociera nasce dalla vulcanica Mariuccia Ambrosini. Le cantine aderenti (una dozzina almeno) porteranno il nome del Franciacorta in giro per il Mediterraneo con l’obiettivo di fare conoscere il marchio e la bontà che lo contraddistingue. Alcuni dei produttori saliranno a bordo della nave per dare agli ospiti le spiegazioni più adeguate; per tutti sarà presente Riccardo Lagorio come esperto a raccontare la storia delle singole aziende e dei vini. Per maggiori informazioni: UT Group di Massimo Svanera (tel 0305785070); Riccardo Lagorio (tel 3386847173).

di Roberto Vitali

Link all’articolo: italiaatavola.net